Blog » Paradoxical - Legacy

Paradoxical - Legacy

Introduzione

Salve a tutti ragazzi! Sono qui per parlavi di un deck che mi ha regalato molte emozioni e con cui mi sono divertito veramente tanto. Sarà un caso, ma la prima volta che lo portai a un torneo era al Nebraska’s War dell’anno scorso.

Il mazzo di cui sto parlando è Paradoxical in Legacy, si avete capito bene. Questo mazzo mi ha regalato un ottimo 5-0 che poi si è trasformato in un 5-3, ma vabbè sono dettagli .

Scherzi a parte, da allora l’avevo un pò accantonato, anche perchè c’era il GP Birmingham e volevo giocare qualcosa di solido e ben rodato (qualcuno ha detto Miracle?). Però passato il Big Event mi ci sono messo subito sotto a riprovare e riprovare fino a giungere a due liste che posso definire una “buona base di partenza”.

Ovviamente quando si conosce qualcosa è buona norma prendere spunto da quello che c’è già, o che altri hanno fatto. In questo caso per costruire il mazzo ho iniziato guardando come si giocava in Vintage, formato nel quale il mazzo è decisamente ben posizionato. La prima difficoltà che ho riscontrato, come tutti possono intuire, sta nel fatto che in Legacy non abbiamo accesso alla Gioielleria! Eggià, no Mox no party...o forse si. Per ovviare al problema sono andato a ricercare carte che facessero al caso mio, fino a quando non mi sono imbattuto in Jeweled Amulet, che nonostante sia lento, rimane un ottimo acceleratore di mana in ottica Paradoxical Outcome. Oltre ad essere un ottimo starter assieme a Mox Opal e Sede del Sinodo.

 

Di seguito propongo le liste che ad oggi reputo più performanti:

 

Decklist 1

 

Creatures [2]

2 Monastery Mentor

 

Instants [17]

1 Flusterstorm

2 Repeal

2 Swords to Plowshares

4 Brainstorm

4 Force of Will

4 Paradoxical Outcome

 

Sorceries [11]

1 Tendrils of Agony

3 Day's Undoing

3 Ponder

4 Thoughtcast

 

Artifacts [17]

1 Lotus Petal

2 Chrome Mox

2 Grim Monolith

4 Jeweled Amulet

4 Mishra's Bauble

4 Mox Opal

 

Lands [13]

1 Island

2 Tundra

2 Underground Sea

4 Polluted Delta

4 Seat of the Synod

 

SB:

2 Relic of Progenitus

2 Winter Orb

2 Containment Priest

2 Hurkyl's Recall

1 Flusterstorm

1 Swords to Plowshares

3 Duress

1 Toxic Deluge

1 Massacre

 

 

Decklist 2

 

// 19 Artifact

3 Chrome Mox

4 Mox Opal

4 Jeweled Amulet

2 Lotus Petal

2 Mishra's Bauble

3 Grim Monolith

1 Engineered Explosives

 

// 15 Instant

4 Force of Will

4 Paradoxical Outcome

2 Flusterstorm

4 Brainstorm

1 Chain of Vapor

 

// 12 Land

2 Polluted Delta

4 Seat of the Synod

2 Island

2 Underground Sea

2 Ancient Tomb

 

// 14 Sorcery

4 Thoughtcast

4 Day's Undoing

2 Tendrils of Agony

4 Ponder

 

 

// 15 Sideboard

SB: 3 Relic of Progenitus

SB: 1 Defense Grid

SB: 2 Mystic Remora

SB: 2 Hurkyl's Recall

SB: 1 Flusterstorm

SB: 1 Massacre

SB: 3 Duress

SB: 2 Toxic Deluge

 

Due Versioni

 

 

La scelta di chiusura è ricaduta su Tendrils of Agony, che sicuramente rimane tra le migliori Storm Spell giocabili nel panorama Legacy. E in un deck come il nostro diventa letale anche in breve tempo, infatti avendo accesso a più di 12 spell a costo zero, risulta estremamente facile raggiungere una massa critica di Storm count tale per cui azzereremo i punti vita dell’avversario. Infine un altro vantaggio considerevole è dato dal fatto che, se nella versione con Mentore le rimozioni del nostro avversario potevano diventare carte rilevanti, ora diventano del tutto inutili in quanto non diamo loro nessun target valido.

 

 

 

 

Let’s Try It!

Entrambe le versioni che vi ho presentato le reputo valide, ma di sicuro con il cambiare del metagame e dello stile di gioco di ognuno, si avranno differenze sostanziali nelle performance dello stesso. Per quel che mi riguarda le continuerò a sviluppare finché le reputerò all’altezza delle mie aspettative. Per avere una visione un pò più chiara di quello che vi aspetta nella gestione dei MU, qui sotto li dividerò in 3 macro-categorie:

 

 

 

 

Ci sono molti punti su cui lavorare, come ad esempio il rapporto n. Terre/ n. Arteffati che per ora mantengo a 13/17 (circa) rispettivamente. Bisogna infatti avere un numero sufficiente di artefatti da generare Metalcraft e Affinità con Thoughtcast. Al momento mantengo il rapporto che si usa prevalentemente nel Vintage e devo dire che mi soddisfa abbastanza anche se vorrei incrementare il numero di Artefatti fino a una ventina in quanto sono essenziali per la maggior parte delle nostre spell.

Infine vi propongo una serie di carte da prendere in considerazione per montare il mazzo, che non ho avuto ancora modo di testare approfonditamente:

 

 

Queste sono solo alcune delle carte che penso abbiano qualche chance per dire la loro in un mazzo del genere, che a conti fatti ha ampi margini di miglioramento. Conclude dicendo che sarebbe bello vedere qualche persona in più che sperimenta e prova cose nuove. Forse non sarete così pazzi da provarlo a un Big Event come il prossimo Nebraska, ma magari a qualche tappa di lega si. Confido così di avervi stuzzicato la fantasia e spero di vedervi a quello che si prospetta essere uno degli appuntamenti più belli del panorama Italiano di Magic: il Nebraska’s War! Di certo noi del Wooded Team saremo presenti a dare battaglia e a fare festa come sempre!

 

Saluti dal ligneo Claudio Bonanni.